Il Picturebook Fest dà spazio e voce agli strumenti di promozione della lettura e dei linguaggi dell’illustrazione, della creatività in generale che passa attraverso esperienze artistico- formative e culturali offerte da esperti di didattica dell’arte, autori, illustratori, editori e professionisti che si occupano di contenuti culturali per ragazzi.

In questo contesto assumono particolare valore i temi della pedagogia delle immagini, di una possibile pedagogia dell’immaginazione, di cui ha parlato anche Italo Calvino nelle sue “Lezioni americane”, dell’educazione allo sguardo come possibilità di un rapporto più libero e consapevole con la realtà, utile per vedere e capire di più.

Con i laboratori, appositamente progettati dal Festival ed indirizzati agli allievi delle Scuole di ogni ordine e grado, si intende condividere con i docenti e gli educatori nuove visioni, nuove narrazioni del mondo, ipotesi conoscitive, strade e immagini per il nostro esercizio di senso, in grado di far germogliare stimoli da poter coltivare nel proprio percorso di educazione e apprendimento.

In questo senso l’albo illustrato è cardine e chiave di volta per affrontare tematiche complesse quali l’immigrazione, l’inclusione e la disabilità grazie al proprio duplice linguaggio, narrativo e visuale, che si integra e si intreccia per porsi con come medium di conoscenza, appropriazione ed elaborazione della realtà e di ciò che è altro da sé.

Una storia al Kamishibai - Lettura teatrale e esperienza d’arte

In collaborazione con Francesca Russo, attrice e educatrice teatrale

Bambini 3- 5 anni

Il Kamishibai è un originale ed efficace strumento per l'animazione alla lettura, è un teatro d’immagini di origine giapponese utilizzato dai cantastorie. Una valigetta in legno nella quale vengono inserite delle tavole stampate sia davanti che dietro: da una parte il disegno e dall’altra il testo. I bambini saranno coinvolti in un’esperienza di lettura animata e poi di laboratorio attraverso la “Favola dei Caldomorbidi”, scritta da Claude Steiner, edita da Artebambini, una metafora del bisogno umano di contatto e riconoscimento, che colloca nella relazione la speranza dello sviluppo e i pilastri dell’identità personale. 

Le cose reali e fantastiche. Esperienza d’arte all’interno della mostra delle tavole del libro di “Il libro delle cose reali e fantastiche” a  cura Jutta Bauer e Katja Spitzer, Lapìs Edizioni.

Bambini 6- 8 anni

Traendo spunto e ispirazione dalle tavole illustrate ogni bambino elaborerà la propria personale interpretazione ideale, e poi grafica, delle cose che lo circondano, anche le più semplici. Perché è proprio nella semplicità che si può nascondere l’inaspettato. Tutti i disegni saranno rilegati insieme per comporre il libro della classe. Il libro e la mostra sono soprattutto un invito a guardare la realtà da diversi punti di vista, a gustare e confrontarsi con numerose variazioni su un tema, un esempio di come l’arte suggerisca sguardi aperti, molteplici e sempre diversi sulla realtà.

Un libro, infine, dove, pur senza parole si raccontano storie infinite, dove la rappresentazione va ben al di là del riquadro della pagina fino a farci sentire la vertigine dell’illimitato.

Storia di Ba, dal libro di Annamaria Gozzi e Viola Niccolai- Topipittori  Laboratorio d’arte sul tema dell’inclusione culturale.

In collaborazione con Babacar Gning, docente senegalese e direttore della rivista “Diaspora Cultura”

Bambini 9- 14 anni

Sono le storie che fanno germogliare e crescere i bambini e i raccolti, il miglio e la vita. Sono le storie a tenerci in vita a fare di noi quelli che siamo. Il laboratorio,  sarà occasione per conoscere storie di altre popolazioni e la bellezza della cultura africana, capire in quanti modi si può raccontare l’origine della vita e soprattutto riflettere su un fenomeno di oggi poco conosciuto, quello del land grabbing, ovvero l’espropriazione delle terre ai contadini africani da parte di investitori stranieri. I bambini e i ragazzi vivranno questa esperienza di narrazione insieme a chi in Africa è nato e vissuto, fondando anche una scuola, costretto poi a lasciare il suo paese e ad emigrare in Italia.

Tell me a picture Laboratorio di scrittura creativa in inglese

Dal libro “Tell me a picture” di Quentin Blake, Frances Lincoln in association with the National Gallery Company, London.

In collaborazione con Annalisa Liaci, docente di lingue straniere

Bambini 9- 12 anni

(Solo nei giorni 23 e 25 gennaio)

Quali storie sono racchiuse in un dipinto o in un’illustrazione? Lo scopriamo attraverso il museo immaginario che Quentin Blake ha realizzato nel suo libro “Tell me a picture” dove, con l’aiuto di curiosi personaggi da lui inventati e disegnati, i ragazzi sono invitati a scoprire le opere d’arte in maniera non convenzionale. Seguendo l’esempio di Blake, che coinvolge i suoi lettori con domande bizzarre, focus su dettagli e con il fascino dell’esplorazione, nel laboratorio i ragazzi saranno invitati a cogliere aspetti imprevisti delle opere d’arte e a costruire, in inglese, una breve storia su di esse che racchiuda in sè il brio  della scoperta e della fantasia.

Storia di un viaggio. Esperienza d’arte sul tema dell’inclusione culturale e dell’immigrazione, dal libro “L’approdo” di Shaun Tan, Rizzoli Editore.

 In collaborazione con Babacar Gning, docente senegalese e fondatore della rivista “Diaspora Cultura”

Ragazzi 14- 18 anni

Cosa significa partire? Cosa vuol dire abbandonare ciò che ci è familiare e conosciuto per l’ignoto? Come si mescolano desiderio di avventura e voglia di riscatto? Partendo da un pluripremiato silent book d’eccellenza, “L’approdo”, edito in Italia da Rizzoli, il Prof. Gning ci racconterà la propria esperienza, ci permetterà di porci in un’altra ottica dove l’altro da sé diventa risorsa e occasione di crescita.  I ragazzi scopriranno anche come, grazie alla molteplicità di linguaggio che gli è propria, l’illustrazione riesce a dar vita alle storie di immigrati e migranti spesso con occhio più profondo e sensibile rispetto ad altri media.

La lista dei desideri Workshop di espressione teatrale, dal libro “A una stella cadente” di Mara Cerri, Orecchio Acerbo Editore.

In collaborazione con Francesca Russo, attrice e educatrice teatrale

Ragazzi 14- 18

Partendo dalle suggestioni create da questo onirico e lieve albo illustrato, si parlerà di desideri e dei timori, anche di quelli tipici dell’adolescenza. Grazie a tecniche di training teatrale, i ragazzi sperimenteranno l’uso di specifiche tecniche di espressione per acquisire strumenti di consapevolezza nella scoperta delle potenti possibilità del proprio corpo e della propria voce. 

Partire dal corpo per trovare la voce, e per dare voce a quei desideri che nutriamo nel nostro io.

La storia di Pietrino Esperienza d’arte con Massimiliano di Lauro, illustratore del libro “Pietrino”  di Teresa Petruzzelli, Giazira Scritture Editore

Bambini 6- 11 anni

Pietrino è arrivato in Italia da molto lontano, ora lava i vetri delle macchine. Pietrino, però, ha una capacità unica, quella di “guardarsi attorno” di cogliere i particolari che agli altri sfuggono:  quelli di un paesaggio dimenticato, o di persone dimenticate. 

Con l’attività pratica proposta dall’illustratore di questo libro significativo, i bambini saranno stimolati a riflettere sul significato di integrazione, di amicizia e di accoglienza. 

Che mestieri fantastici! Laboratorio didattico sui linguaggi fantastici curato da Massimo De Nardo, autore del libro “Che mestieri fantastici” con le illustrazioni di Giulia Orecchia, Rrose Sèlavy.

Bambini 8- 11 anni

Insieme allo scrittore Massimo De Nardo si giocherà con le parole, si andrà a caccia dei significati nascosti e dei suoni che ogni parola custodisce. Si faranno anagrammi e accostamenti a catena, fino ad arrivare alla costruzione di un beve racconto.

L’ispirazione sarà data dai tre mestieri fantastici: il riparatore di nuvole, il cercatore di parole, il fotografo dei sogni, di cui si narra nel libro “Che mestieri fantastici” che saranno il punto di partenza per dar vita a un racconto fantastico e all’analisi di tutti i suoi elementi costitutivi: i protagonisti, gli ambienti, le azioni, le motivazioni, la violazione, gli obiettivi, il finale. 

Alla ricerca del sorriso perduto Esperienza creativa con Felicita Scardaccione, autrice del libro “Felicottera alla ricerca del sorriso perduto”, illustrato da Manuela Trimboli, Fasi di Luna Editore.

Bambini 8- 12 anni

Grazie alla storia di Felicottera e all’attività creativa appositamente strutturata partendo dal testo, l’autrice, Felicita Scardaccione, stimolerà i bambini a riflettere sul grande tema della ricerca della felicità. Siamo felici solo quando ci vediamo davvero. Solo quando ci conosciamo profondamente. Solo quando sappiamo osservare con attenzione anche ciò che è al di fuori di noi. I bambini si confronteranno con il tema dello specchio, del ritratto e dell’identità personale. “Alla ricerca del sorriso perduto” è la seconda avventura che vede protagonista Felicottera, la reportage pennuta dal pelo rosa. Questa volta è in missione a Parigi, nella redazione di un famoso giornale satirico “Charlie”.

In silenzio Presentazione della graphic novel di Audrey Spiry, edito da Diabolo Edizioni

A cura di Elisabetta Tramacere, editor e traduttrice di Diabolo Edizioni

Ragazzi dai 15 anni

In silenzio è luce, colore, movimento incessante, che si fanno racconto per immagini delle paure e delle emozioni che scuotono l’anima della giovane protagonista. 

Può un’escursione trasformarsi in un viaggio intimo nei pensieri più reconditi, alla scoperta di sé? È proprio quello che succede a Juliette. Ha appena finito gli studi e non sa ancora cosa farà dopo. Il suo compagno Luis, di qualche anno più grande, al contrario, lo sa benissimo. I due si concedono una parentesi avventurosa nell’estate che, per Juliette, è quella delle grandi decisioni. Insieme all’editor della casa editrice e traduttrice di questa affascinante graphic novel, i ragazzi scopriranno tutti i retroscena di “In silenzio” una storia intima di una rinascita personale e quella universale del rapporto tra uomo e natura in cui perdere il controllo, a volte, è l’unico modo per ritrovarsi. 

Come un albero, dal libro di Rossana Bossù edito da Camelozampa Esperienza d’arte e di ascolto

a cura di Francesca Segato e Sara Saorin editrici Camelozampa

Bambini 8- 12 anni

L’incontro inizierà con una lettura animata e collettiva dell’albo “Come un albero” di Rossana Bossù. La storia è un inno alla bellezza della vita, una sinfonia per immagini sulle simmetrie e le corrispondenze che esistono tra tutti gli esseri viventi.

Insieme alle editrici che hanno pubblicato questo curatissimo e importante albo illustrato, i bambini saranno guidati in un’esperienza che permetterà loro di scoprire aspetti inediti e curiosità scientifiche sulla vita degli alberi. E noi, come saremmo se fossimo alberi? A questa domanda i bambini risponderanno con la realizzazione creativa di un proprio autoritratto davvero inedito e particolare.

Info:

- I laboratori avranno la durata di circa 90 minuti, fatto salvo per il laboratorio “La lista dei desideri” che ha una durata di 3 ore:

- si rivolgono a un gruppo classe per volta, salvo diverse disposizioni concordate con l’organizzazione;

- il costo per persona è di 4 euro, fatto salvo per la presentazione del libro “In silenzio”, la cui partecipazione è gratuita;

- è prevista gratuità fino a tre accompagnatori a gruppo e per bambini con disabilità;

- per predisporre attività quanto più possibili inclusive, si prega di comunicare il tipo di disabilità della persona;

- le attività si svolgeranno presso la Biblioteca Bernardini di Lecce. Tuttavia i laboratori, previa comunicazione, per motivi logistici e /o di sovrannumero dei partecipanti e/o di sovrapposizioni di orario, potrebbero essere destinati presso gli spazi del MUST- Museo Storico Città di Lecce o della Galleria “Francesco Foresta”;

- si prenota esclusivamente tramite la seguente mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- per info sui laboratori telefonare ai seguenti numeri: 393.84.38.170; 339.77.37.425; 328.5842.114.

 

 


 

       

 

 

Credits: ITC Advisor